Sicilia

La posizione geografica di Pachino la rende un ottimo luogo dove soggiornare e punto di partenza da cui esplorare la sicilia sud-orientale. Alcuni luoghi facilmente raggingibili sono: Portopalo di Capo Passero Il paese più a sud della Sicilia, al di sotto del parallelo di Tunisi. La fascia costiera portopalese alterna lunghe spiagge ad alte scogliere a picco sul mare, mentre il centro abitato è tagliato in due da via Vittorio Emanuele che tocca a est lo Ionio e a Ovest il Mediterraneo. Il c

La posizione geografica di Pachino la rende un ottimo luogo dove soggiornare e punto di partenza da cui esplorare la sicilia sud-orientale. Alcuni luoghi facilmente raggingibili sono:

Portopalo di Capo Passero

Il paese più a sud della Sicilia, al di sotto del parallelo di Tunisi. La fascia costiera portopalese alterna lunghe spiagge ad alte scogliere a picco sul mare, mentre il centro abitato è tagliato in due da via Vittorio Emanuele che tocca a est lo Ionio e a Ovest il Mediterraneo. Il clima particolarmente caldo e asciutto della Sicilia sud orientale è reso qui più mite dall' azione dei due mari, che s' incontrano e si mescolano l' uno nell' altro.

Il toponimo di Capo Passero è legato al grido di "passarù" che annunziava la passata dei tonni. Il borgo di Portopalo è caratterizzato da un paio di case basse e bianche di fronte ad un mare immenso che lo circonda da ogni lato. L'isola di Capo Passero che si trova di fronte al piccolo borgo, è legata alla terra ferma da un breve istmo sabbioso. All' interno della piccola isola possiamo trovare alcuni scavi archeologici, la vecchia tonnara, un castello/fortezza e un faro. La tonnara di Capo Passero costituisce uno splendido monumento di archeologia industriale, infatti qui giungevano i tonni che, prima macellati e poi lavorati, hanno costituito e costituiscono un' importantissima risorsa economica per tutta la popolazione del luogo. Castello/Fortezza fu costruito per volere di Carlo V durante il dominio degli Aragonesi in Sicilia. Entrando si accede subito ad un ampio cortile con un pozzo al centro dove oggi vivono migliaia di gabbiani. Il Faro è un antico posto di osservazione infatti si narra che forse da lì fu possibile seguire il drammatico epilogo della battaglia navale della flotta inglese nel 1718. Portopalo di Capo Passero è un angolo incantevole, tra i più suggestivi della Sicilia, in cui i sapori e gli odori si caricano di essenze del tutto mediterranee.

 

Marzamemi

Marzamemi è un piccolo Borgo marinaro che si sta affermando in negli ultimi anni come un’itinerario turistico meta di tantissimi vacanzieri. Distante da Pachino circa 3 km fu scoperta dagli arabi infatti, la parola Marzamemi deriva dall’arabo “Marsà al hamen” che significa Rada delle Tortore, dovuto a questi uccelli primaverili che transitano presso questo posto stupendo. Marzamemi è la città più a sud d’Italia che getta lo sguardo delle sue spiagge sul mar Ionio. Il mare cristallino pulito e limpido e le spiagge dorate per via del colore della sabbia risaltano lo scenario caratterizzando il posto, rendendolo unico nel suo stile. Sul Mare Ionio, si incontrano le due isolette di MARZAMEMI: la piccola, su cui sorge un elegante villino, di proprietà della famiglia del Prof. R. Brancati; la grande, che forma come una curva d’entrata in un recente porto formato dalla stessa isoletta e da un braccio di fortissime mura a calcestruzzo, che si prolunga nel mare. Il borgo ha un fascino incantato, l’aria di mare che si respira il questo luogo parla di storie d’avventure di mare, ma anche storie d’amore passionale. Negli ultimi anni Marzamemi è stata la meta di molti registi, teatro di tantissimi spot pubblicitari televisivi, e di conseguente anche meta di tantissimi personaggi famosi, insomma questa piccola frazione ogni giorno fa parlare di se. Gli abitanti di Marzamemi “Marzamaruoti” sono tutti dediti alla pesca, la borgata è antica quanto la tonnara. Nel 1752 furono costruiti il palazzo del Principe di Villadorata, proprietario di tutto il centro storico di Marzamemi, e la chiesa della Tonnara. Marzamemi ha sulla sua costa, due piccoli porti naturali denominati “Fossa” e “Balata”. In passato la navigazione, sopratutto tra Marzamemi e Genova fu molto attiva per il commercio del vino, specie, prima della costruzione della strada ferrata Pachino-Marzamemi-Noto-Avola-Siracusa

Oasi naturale di Vendicari

Lo strepitoso "successo" ecologico di Vendicari è dovuto alla multiformità del suo habitat ripartito in diversi biotopi: costa rocciosa, costa sabbiosa, macchia mediterranea, pantani (salmastri e d'acqua dolce), saline, garighe e aree coltivate. In ogni ambiente umido attecchiscono piante acquatiche e ripariali adattate alle condizioni di temperatura, salinità e profondità delle acque e variano anche le popolazioni di invertebrati e microvertebrati: in questo modo l'offerta di nutrimento per gli uccelli è estremamente eterogenea.In differenti zone della riserva domina la gariga a timo arbustivo, a palma nana ed a spinaporci. Nelle radure, in autunno, spiccano le fioriture azzurro-violacee della mandragora autunnale, pianta tossica impiegata per scopi officinali. La costa rocciosa è invece il regno del finocchio di mare e dello statice siracusano, mentre quella sabbiosa varia in base alla distanza dalla linea di costa, per la vicinanza ai pantani e per la loro salinità.Un aspetto della vegetazione a macchia è quello caratterizzato da mirto e lentisco (arbusti sempreverdi).La vegetazione delle paludi, con alto grado di salinità, ospita la salicornia fruticosa che colora di rosso le rive e la salicornia glauca. Il canneto nelle aree umide svolge un ruolo ecologico fondamentale perché consente la nidificazione agli uccelli palustri e dà rifugio a parecchi invertebrati e microvertebrati. La fauna presente nella zona è ricchissima di uccelli e varia in base alle stagioni ed alla fisiologia degli animali stessi: in estate i pantani riducono molto la loro profondità per l’evaporazione e non offrono le stesse opportunità del periodo primaverile. In giugno-luglio restano solo pochi migratori estivi che hanno perduto la stagione riproduttiva, come gli aironi cinerini e le garzette, grossi trampolieri che si appostano per catturare gli avannotti boccheggianti nelle pozze, un grosso stormo di gabbiani immaturi, quasi tutti reali e pochi gabbiani corsi.
 
Questi sono solo alcuni esempi di cio' che offre la nostra terra. Non esitare prenota il tuo soggiorno da Pietra Bianca B&B e inizia una vacanza da sogno. Vi aspettiamo